Chi Siamo

1.  “L’archivio della Coduri”

 1.    Le Fonti qui prese in considerazione provengono dall’Archivio dell’I.S.R.C. “P. Mario Beghi” di La Spezia, dall’Archivio del Comune di Sestri Levante, e da “L’archivio della Coduri”. Altre provenienti da archivi privati e giudiziari seguiranno. I documenti provenienti dall’Archivio del Comune di Sestri Levante erano conservati, sino agli anni 1974/75, in una serie di faldoni intitolati “Documenti Permanenti” seguiti dalla data dell’anno o gruppi di anni. Attualmente i faldoni relativi agli anni 1934-1974 risultano da tempo imballati e trasferiti presso una struttura specializzata di Vercelli (in attesa di una nuova e più idonea sede dove conservarli) ma dove è quasi impossibile consultarli.  Quanto ai documenti raccolti qui, sotto il titolo “L’archivio della “Coduri” sono stati prodotti, e in parte resi pubblici, tra il 1945 e il 1979. E giunti nelle mani dell’autore del sito proveniente da Amato Berti, autore, nell’A.a. 1980-81, di una tesi di laurea dal titolo “La formazione di una divisione partigiana nel Levante Ligure”. Tesi trasformata poi in libro pubblicato, in collaborazione con Marziano Tasso, nel 1982 a Genova (Ed. Seriarte), con il titolo “Storia della divisione garibaldina Coduri” .

Pur avendo un’unica finalità – le vicende della formazione partigiana Coduri operante nella Sesta Zona Liguria – sono il frutto di sollecitazioni diverse che, l’uso critico dei documenti, vuole siano messe in chiaro. Impegno non facile: molte le incertezze circa occasioni e modi di formazione della raccolta, dei suoi successivi passaggi di mano e, non meno importante, dei conflitti per il suo controllo in nome della titolarità della memoria. Da aggiungere, infine, che la raccolta è quasi totalmente composta di copie e non di originali. Di questi, infatti, da tempo s’è persa traccia. [segue]