Fascicolo 1 – Doc. 1: “Riunione a S. Bartolomeo della Ginestra del 4.3.1975”.

Preambolo: per la datazione dei documenti privi di questo e/o di altri dati, quando possibile, ci si è valsi delle “Note esplicative” riportate in calce alla sua Tesi da Amato Berti, in quanto ritenute particolarmente affidabili perché apposte in collaborazione diretta con la Segreteria del Comitato o dei singoli e vari testimoni.

I testi pubblicati di seguito sono contenuti in una cartella intitolata:

FASCICOLO Nr. 1:  “Scioperi, Azioni, Politiche”. Testimonianze di: Alfredo Uzzecchini, Natale Bregante, Alfredo Vanteri, Giovanni Tamburini, Armando Arpe. All’interno sono contenute – numerate dall’1 al 5/4 – otto testimonianze raccolte da A. Minetti “Gronda”. Per A. Uzzecchini e N. Bregante, in quanto presenti, durante la riunione del 4 marzo 1975, tenutasi a S. Bartolomeo della Ginestra (Sestri Levante – GE); e, per gli assenti, A. Vanteri, G. Tamburini e A. Arpe, consegnate a mano in date successive (presumibile durante l’anno 1976).

Breve profilo di Antonio Minetti “Gronda”: (organizzatore e presente alla riunione). Nato il 14-11-1920 a Casarza Ligure (GE), marinaio di torpediniera, nel giugno ’43, per decreto del governo, viene esonerato dal servizio militare e posto in congedo provvisorio perché dipendente del C.d.T. di Riva Trigoso considerato stabilimento strategico-militare, e torna al suo abituale lavoro nei C.d.T. di Riva Trigoso. Vivo e assiduo il suo legame con l’antifascismo di Casarza Ligure che fa riferimento al ciclista G.B. Tasso, anche perché le rispettive famiglie abitano nello stesso stabile nel centro di Casarza Ligure. A maggio del 1944, dopo essere stato per breve tempo nella “Cichero” si fa trasferire nella Coduri dove a ottobre, quando questa è promossa brigata, Gronda viene nominato C.S.M. della stessa, e poi C.S.M. del distaccamento Dell’Orco. Nella raccolta dell’ingente mole di documenti che verranno via via passati in rassegna in quest’Archivio, Gronda ha senz’altro svolto un ruolo preminente e minuzioso, recandosi spesso e di persona a casa dei suoi compagni, a stimolarli, a dare consigli, ad aiutarli a superare ogni remora o impaccio nello scrivere le proprie memorie.

Doc. n. 1: “Riunione a S. Bartolomeo della Ginestra del 4.3.1975”.  Test.za di Alfredo Uzzecchini (presente alla riunione) nato il 5.12.1898 a Sestri Lev., antifascista e sindacalista dei C.d.T di Riva Trigoso, divenuto poi sappista e informatore permanente della Div. Coduri.